EOS

cordini_header

MOSCATO logo-biologico-europeo scheda AGRICOLTURA BIOLOGICA

TIPOLOGIA: Pinot Nero bianco fermo
 
UVAGGIO: Pinot Nero 100%

COLTIVAZIONE: cordone speronato con una densità di 4000 ceppi /ha

RESA: 55 q/ha

TIPO TERRENO: argilloso calcareo con esposizione a sud-ovest a circa 200 mt. s.l.m.

VINIFICAZIONE: l’uva raccolta in cassette viene pressata direttamente e fatta fermentare senza la presenza di bucce in vasche a una temperatura controllata di 16 °C.

AFFINAMENTO: in vasche di acciaio a una temperatura controllata per circa 3 mesi e affinato in bottiglia per un minimo di 2 mesi.

CARATTERISTICHE: vino dal colore giallo paglierino con sentori caratteristici di crosta di pane con finale agrumato.

GRADO ALCOLICO: 12% vol.

TEMPERATURA DI SERVIZIO: 7-9 °C.

ABBINAMENTI: aperitivi , primi piatti delicati, pesce in genere .

Quando un vino può essere definito Biologico?

Il regolamento approvato ha posto i limiti di solforosa totale per i vini biologici rossi secchi a massimo 100 mg/l, mentre per i bianchi secchi sarà massimo di 150 mg/l. Quanto detto finora, ci permette quindi di definire il vino “biologico”, solo quando:

  • in vigneto: si producono uve biologiche, coltivate senza l’aiuto di sostanze chimiche di sintesi (concimi, diserbanti, anticrittogamici, insetticidi, pesticidi in genere) e senza l’impiego di organismi geneticamente modificati;
  • in cantina: si esegue la vinificazione utilizzando solo i prodotti enologici e i processi autorizzati dal regolamento 203/2012 (elenco nell’allegato VIII bis).

I commenti sono chiusi